Maria Buemi

Biografia

Il mio percorso artistico inizia presso l'Accademia di Moda, Costume e Gioiello - Studio Ferrera, dove vinco il premio "Miglior illustratore 2004" per la categoria "Migliore tecnica grafica" e conseguo la qualifica di Fashion Designer nel 2005.

Il desiderio di fare nuove esperienze nel campo dell'arte mi spinge, nel 2007, a frequentare i corsi liberi presso l'Accademia di Belle Arti e Restauro Abadir (Ct). In questa nuova realtà ho l'opportunità di approfondire il disegno con Dina Viglianisi, e lo studio della pittura e la comparazione con i grandi artisti contemporanei e del passato con Giuseppe Puglisi e Piero Zuccaro, due artisti del Gruppo di Scicli, determinanti per la mia formazione.

Un significativo incontro è stato per me anche quello con Willi Pramann, pittore della Vestfalia, professore emerito della Facoltà d'Arte della Università di Bielefeld, scomparso nel 2006, il cui lavoro ha suscitato in me un particolare interesse per la pittura tedesca.

La natura e in particolare lo studio dei minerali così come i siti archeologici sono fonte di ricchi stimoli per la mia ricerca. Le stratificazioni che costituiscono la struttura dei minerali, così dense di meravigliosi passaggi cromatici caratterizzati da concrezioni ma anche da trasparenze, mi hanno da sempre affascinato e inevitabilmente influenzato anche il mio modo di concepire e affrontare il mio lavoro.

Che si tratti di pittura o di disegno, sento molto la materia ma al tempo stesso la leggerezza, le cromie molto intense e la profondità degli scuri, i contrasti forti fra luce ed ombra, da qui la necessità di lavorare attraverso processi di stratificazioni per cercare un equilibrio, un'armonia tra elementi molto diversi tra di loro all'interno di un unico spazio.